Video

La guarigione spirituale e sciamanica

La guarigione spirituale e sciamanica


Siamo abituati a pensare alla guarigione in termini fisici.

Buongiorno a tutti sono Alex Peverada, e oggi vorrei parlarvi di guarigione spirituale. Cosa si intende per guarigione spirituale? sia dal punto di vista sciamanico che comunque dal punto di vista delle discipline olistiche in maniera più ampia e quindi anche da parte delle costellazioni familiari sciamaniche?

Siamo abituati a pensare alla guarigione in termini fisici. Ad esempio un risanamento di un tessuto cutaneo danneggiato da trauma fisico.

Un taglio si chiude e a seconda della sua gravità si può guarire spontaneamente oppure dover ricorrere all’intervento chirurgico. Questo è il concetto fondamentale della medicina allopatica occidentale; oppure possiamo parlare di malattia, con relativa degenza più o meno lunga.

Il concetto di trauma dal punto di vista sciamanico, delle discipline spirituali e delle costellazioni familiari è più ampio, diverso.

Il consumo di farmaci sotto prescrizione medica e il relativo uso sempre seguiti da un medico ci porta da uno stato fisico debilitato a uno stato sano o comunque in salute.
Ecco, la visione invece della medicina sciamanica é differente rispetto a quella occidentale.

La medicina occidentale pensa a risanare o eliminare i sintomi del paziente. Quindi: ho mal di testa… prendo un antinfiammatorio, prendo un analgesico e o antidolorifico come volete chiamarlo e on ho più il sintomo e quindi “sto bene”.

Il concetto di trauma dal punto di vista sciamanico, delle discipline spirituali e delle costellazioni familiari è più ampio, diverso. Include innanzitutto il valore simbolico della malattia, include le ragioni, le cause profonde spirituali di questa malattia o disagio e quindi lavora sul soggetto in termini differenti.

Ci tengo a dire che il lavoro sciamanico o le altre discipline olistiche non curano la persona in termini medici, non sostituiscono l’intervento di un medico, nè vanno in competizione con un lavoro di un medico. Quando si ha un problema fisico dovremmo principalmente rivolgersi al proprio medico di fiducia.
Il concetto di guarigione sciamanica è più simile a un concetto di risoluzione di: traumi relazionali, benessere psico-fisico-emotivo, benessere spirituale. E tra poco entreremo nel merito di questo…
Quindi come spesso dice Sandra Ingerman, che è una nota autrice di libri di sciamanesimo di spiritualità, il medico cura il corpo ma se si ammala l’anima… chi la cura?

Ovviamente (risponderemo noi) i praticanti di sciamanesimo o lo sciamano.

E’ chiaro che questo presuppone che noi crediamo all’esistenza dello Spirito e/o dell’Anima…

E’ chiaro che questo presuppone che noi crediamo all’esistenza dello Spirito e/o dell’Anima e quindi non abbiamo un punto di vista materialista; se siano dei materialisti ci fermeremo alla parte di sintomo, la parte corporea. Ci rivolgeremo solo esclusivamente al medico.

Se abbiamo invece una visione spirituale transpersonale o come volete chiamarla, andremo alla ricerca di qualcuno che possa guarire l’anima o guarire la parte spirituale della persona; che è importante quanto l’aspetto corporeo (sempre dal punto di vista sciamanico).

Quindi entriamo nel dettaglio della guarigione spirituale sciamanica con alcuni esempi.

Potrebbero essere esempi generici ma potrebbero anche essere riferiti a situazioni che ha vissuto qualcuno in particolare; ovviamente tenderò a lasciarli sul generico per proteggere la privacy delle persone o per dare una maggior senso di empatia e comprensione da parte di chi sta vedendo il video.

È cosa nota che quando soffriamo di problemi gastrite, bruciore allo stomaco, reflusso … colleghiamo la questione un po’ istintivamente, un po’ secondo i principi di metamedicina o semplicemente facendo associazioni mentali ad un rapporto emotivo, alla rabbia.

Classico esempio: ogni volta che mi reco in ufficio e incontro il mio capo ufficio ho sempre questo bruciore allo stomaco, questo fastidio, questo blocco, questa sensazione di oppressione; o piuttosto mi sveglio la mattina del lunedì e so che devo andare a lavoro, quindi dovrò incontrare quel cliente, quella serie di clienti… piuttosto ho una serie di pratiche da sbrigare e regolarmente inizio o finisco la giornata con il “mio” tipico mal di testa.

È chiaro che qui la associazione è facile: si riesce a capire che dietro una relazione, dietro un compito, dietro una serie di problemi.. c’è una somatizzazione! C’è un trasferimento di un problema di tipo psico-emotivo al corpo.

Questi disturbi di lieve entità si possono poi sistemare, dal punto di vista medico, con la prescrizione corretta che solo il medico può fornire: un antiacido che un altro tipo di farmaco che lui reputa idoneo a questa problematica e i sintomi regrediranno o verranno annullati.

Resterà comunque la problematica all’origine, quindi la relazione col capo che non va, piuttosto che la relazione col cliente.

Ecco cosa fa quindi la cosiddetta guarigione spirituale dal punto di vista sciamanico: lavora sulla relazione …

Ecco cosa fa quindi la cosiddetta guarigione spirituale dal punto di vista sciamanico: lavora sulla relazione a monte, quindi ci predispone al cambiamento, aiutandoci a gestire l’informazione in maniera diversa.

Il praticante di sciamanesimo o lo sciamano ci aiutano a migliorare il nostro benessere psico-fisico. Come? lavorando a livello spirituale con le persone coinvolte.

Quindi se io sono arrabbiato con il mio capo ufficio il praticante di sciamanesimo mi aiuterà a risolvere il problema e quindi a migliorare la relazione con questa persona, ribadisco non stiamo parlando di psicoterapia, non stiamo parlando di psicologia, stiamo lavorando su un aspetto spirituale della realtà; quindi con tecniche precise che non è possibile spiegare in questo video e in questa sede.

Il praticante di sciamanismo e lo sciamano lavorano a monte, sulla radice del problema, in collaborazione con il cliente stesso. Da praticante di sciamanesimo posso dire che nel momento in cui una persona non vuole guarire spiritualmente e non vuole risolvere questa causa profonda (ad esempio della relazione col capo) non vuole migliorare, non vuole evolvere da questo punto di vista… qualsiasi lavoro sciamanico non porterà beneficio!

Il primo e unico “vero guaritore” è il cliente stesso.

Il primo e unico “vero guaritore” è il cliente stesso. Un’altra cosa importante da dire è che il cliente deve volerla e chiederla la guarigione spirituale. Quindi, io, praticante di sciamanesimo non posso agire di mia iniziativa su una persona senza che questa non sia venuta a chiedermi aiuto. Io non posso agire su terzi senza che questi terzi abbiano chiesto aiuto!
È inutile venire a chiedere aiuto per un familiare, per un amico, un conoscente senza che questo abbia dato una espressa autorizzazione; quindi senza che io possa lavorare direttamente con quella terza persona o senza una sorta di mandato di qualche tipo proprio perché la guarigione si chiede e non si impone.

L’ultima cosa che è importante da dire è che in realtà non è il praticante di sciamanesimo né lo sciamano tradizionale nativo ad avere un ruolo di guarigione spirituale sul cliente ma il “guaritore” è solo un tramite, una sorta di canale per una volontà che sta al di sopra di lui: la volontà delle sue guide spirituali e delle guide spirituali del cliente stesso.

È importante ricordare che una guarigione sciamanica, o spirituale che sia, è tale per volontà dell’universo. per voluto la volontà profonda delle guide spirituali di una persona e mai è veramente nel potere di un praticante di sciamanesimo fare una guarigione con i propri strumenti, con i propri mezzi.

Lui è sempre uno strumento per qualcosa di più grande e questo può in un certo senso ridimensionare ogni forma di ego dei praticanti di sciamanesimo e degli sciamani.

Un praticante sciamanesimo o uno sciamano è stato scelto da parte di qualcosa più grande di lui per farsi strumento della volontà dell’universo, nella compassione dell’amore, della guarigione spirituale.

Un praticante sciamanesimo o uno sciamano è stato scelto da parte di qualcosa più grande di lui per farsi strumento della volontà dell’universo, nella compassione dell’amore, della guarigione spirituale.

Pertanto non si può definire il praticante detentore di un potere particolare, non è lui il vero detentore e chi dice il contrario sta mentendo perquisiti motivi di interesse personale, economico o di qualsiasi altro motivo!

I guaritori sono sempre dei canali per il mondo dello Spirito.

Mi rendo conto che con questo video non ho fornito spiegazioni ho sollevato forse ancor più dubbi ma questo è il mio ruolo!

Risvegliare un po’ le coscienze, porre dei semi e se voi entrate in risonanza con ciò che ho detto e sentite che quello che ho detto è in linea con le vostre aspettative, in linea con le vostre credenze, in linea con il vostro sentire o quel vostro percorso spirituale e religioso…. allora io sono disponibile ad approfondire ulteriormente l’argomento in maniera diretta.

È chiaro che se voi siete chiusi (inteso come chiusi all’esperienza), se pensate con l’essere umano abbia solo una natura corporea e che questa sia trattabile solo dal punto di vista scientifico questo percorso di guarigione spirituale sciamanica non fa per voi.

Pertanto vi chiedo almeno di non giudicare ciò che non conoscete e semplicemente proseguite per la vostra strada.
Io proseguo per la mia, grazie.

 


Nota: il testo potrebbe avere ricevuto piccoli modifiche in relazione al video, con l’unico obiettivo di essere reso più fruibile e scorrevole all’utenza web rispetto al dialogo originario.

Autore

Alex Lux Nova

Ciao! Sono Alex, operatore di Lux Nova, artista, grafico e praticante di sciamanesimo. La mia missione è di aiutarti ad intraprendere un percorso sciamanico, di costellazioni famigliari o comunque spirituale. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

Lascia un commento

X