Metodo MOV.I.AN.

Costellazioni Famigliari Metodo MOV.I.AN.

IL PROCESSO MOVIAN™

Il metodo MOVIAN™ (Movimenti Integrativi dell’Anima),  elaborato dal  dottore in scienze e tecniche psicologiche  Monica Antonioli,  è un sistema che si sviluppa su un modello di integrazione biosociospirituale e che si basa su 22 tipologie di movimento dette Movimenti Maestri.

Essi rappresentano un corredo di archetipi fisici, emozionali,  mentali, animici ed affettivi fondamentali che tendono a rappresentare l’integralità,  la completezza dell’Anima e che, nel loro combinarsi, concorrono a comporre la complessità dell’esperienza esistenziale.

I RAPPRESENTANTI ENERGETICI

A seconda del sintomo ovvero della situazione, problema, nodo che un partecipante desidera affrontare, verranno scelti, tra i presenti, alcuni rappresentanti delle energie e/o delle persone coinvolte in un certo tema.  Per evitare il più possibile d’essere condizionati dal ruolo o dal tipo di energia che sono chiamati a “muovere”, salvo eccezioni, il conduttore non dichiara ruoli ed energie a nessuno dei presenti, eccetto a un “testimone dello schema”, scelto a caso il quale non parteciperà alla rappresentazione, e al quale il conduttore consegna, a voce o per scritto, il ruolo che attribuisce a ciascun rappresentante. Il depositario dello schema, molto  spesso, è il cliente stesso che in questo modo può vedere i movimenti del proprio inconscio personale e famigliare da “fuori”. Il o i rappresentanti, ignari di chi o cosa stanno “muovendo”, sono chiamati ad agire spontaneamente nello spazio simbolico formato dal cerchio dei presenti e  chiamato Corpo Affettivo Unificato.

Fonte: http://www.laviadicasa.org/

NOTA:
Le Costellazioni familiari non sono psicoterapia nè sono riconosciute dalla Medicina Ufficiale. Hanno un valore di tipo spirituale, uno strumento di risveglio della coscienza efficace e affermato in tutto il mondo. Al loro sviluppo hanno contribuito elementi diversi confluiti nell’opera di Hellinger e di innumerevoli altri operatori: la Primal therapy di Arthur Janov, la Gestalt, la PNL, la Terapia familiare di R. McClendon e L. Kadis, lo Psicodramma di Moreno e il lavoro di Virginia Satir, oltre alle conoscenze apprese da Hellinger mentre era missionario in Sudafrica presso gli Zulu, da cui si evince la connessione con lo sciamanesimo e la concezione tribale ed animista che ne consente la piena comprensione.

X